Lecceinrete

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Politiche sociali Il pattinaggio a Soleto

Il pattinaggio a Soleto

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

In questi ultimi mesi si sente e si vede anche in televisione un bellissimo sport: il pattinaggio artistico su rotelle. Proprio nelle settimane appena trascorse un italiano ha conquistato l’oro ai campionati europei.

Anche nel Salento ci sono alcune società che propongono questo sport. È uno sport bello coreograficamente, educa allo spirito sportivo, sviluppa l’equilibrio e l’armonia, è adatto a ragazzi e ragazze. Tutto andrebbe bene se da noi ci fossero le strutture adatte per praticarlo. Ma non è così.

A Lecce c’è l’associazione sportiva PGS di Raffaella Leone che ha portato da più di dieci anni questo sport alla fruizione di tanti. Come struttura utilizza un pattinodromo scoperto presso l’Oratorio salesiano di Lecce. Se piove, però, non si può pattinare.

Altre associazioni sono a Nardò e per alcuni anni a Corigliano d’Otranto. Nel 2006 la Polisportiva di Corigliano d’Otranto per motivi legati al mancata disponibilità di un pattinodromo privato ha lasciato per strada oltre 80 atleti dai 3 ai 25 anni.

Nel 2008 nasce così l’Associazione  Sportiva Dilettantistica “LifeSport Salento” per volontà di un gruppo di genitori i cui figli sono impegnati nello sport ed in particolare nel pattinaggio artistico.

Lo scopo dichiarato di tale associazione è “lo sviluppo delle attività sportive in generale in un’ottica formativa ed educativa al fine di raggiungere il massimo sviluppo e maturazione della persona, attraverso la corretta valorizzazione dell’agonismo sportivo, una progettualità individuale, un pieno coinvolgimento dell’allievo e dei genitori”.

L’associazione polisportiva intende inoltre “promuovere lo sviluppo della capacità di bambini, ragazzi e giovani anche se meno abili, individuando tutte le possibilità realistiche di intervento”.

Per raggiungere tali obiettivi questa associazione ha chiamato il tecnico Piera Leone, istruttrice federale FIPH, campionessa italiana, impegnato da anni nell’ass. PGS di Lecce. Ha quindi preso contatto nel settembre 2008 con il comune di Soleto al fine di utilizzare il pattinodromo comunale.

Ma l’attività non è mai partita. Infatti tra settembre e novembre 08 sono intercorse varie telefonate tra il presidente l’assessore allo sport del comune di Soleto e l’ing. comunale nelle quali, da un lato si dava la disponibilità della struttura, dall’altra si diceva che la stessa sia inagibile, senza dare alcun tempo in cui la stessa sarà nuovamente fruibile ai cittadini.

Tutto ciò non permette alla società sportiva di fare alcuna novità.

Mi chiedo: è normale che nel sud non esistano strutture sportive adeguate e fruibili ai cittadini ed alle associazioni regolarmente costituite?

È normale che, se esistono delle strutture, siano inagibili?

È normale che a Maglie ci sia un pattinodromo costruito da vari anni inagibile e senza spogliatoi?

Che a Soleto ci sia un pattinodromo inagibile?

Che a Corigliano d’Otranto ci sia un palazzetto dello sport che è da anni immemorabili in costruzione e non si sa se il pavimento sarà o meno adatto anche allo sport del pattinaggio artistico.

Ma questo sud si merita proprio questa classe politica? La cosa che più mi rattrista è pensare che siano lo specchio della società e che i cittadini esprimono ciò che sono.

Salento rialzati!!

                                                                                                  Raffaele De Giorgi

 

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Gennaio 2009 10:30  

E' necessario registrarsi

Eventi da non perdere

<<  Settembre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Concetti chiave

Le visite